Le origini del caffè

Le origini del caffè non sono molto note , probabilmente si diffuse prima nel mondo arabo per poi arrivare in Europa. 
Il termine caffè deriva dalla parola araba quahwa che in origine identificava una bevanda estratta dal dal succo di alcuni semi, che provocava effetti eccitanti e stimolanti.
Ebbe rilevanza anche la parola turca quahvè , da cui deriva il termine in italiano caffè

Si pensa invece che il caffè derivi dalla regione di Caffa, nell'Etiopia sud-occidentale, dove si coltiva la pianta del caffè.
Nel XV secolo la conoscenza del caffè si estese nel Medio Oriente fino ad Istanbul, dove il suo consumo avveniva nei luoghi d'incontro dell'epoca, in locali simili a taverne in cui i turchi solevano sedersi e consumare questa bevanda.
Venezia fu la prima ad introdurre il caffè in Italia, e tutto questo grazie ai suoi rapporti con l’Oriente: le prime botteghe del caffè comparvero nel 1645.

Nel XVII secolo il caffè si diffuse in Inghilterra e in Francia e da allora la crescita fu esponenziale, tanto che nel Settecento ogni città d'Europa possedeva almeno un caffè.

In Italia i consumi di caffé si attestano a meno della metà rispetto al Nord Europa, ma il caffè è quasi da sempre un simbolo nazionale
Fin dal '700 a Napoli si affermò una variante al caffè turco:  invece di cuocere la polvere dei chicchi macinati, come si fa ancora oggi in Turchia e Nord Africa, stemperandola in acqua in un bricco di rame poggiato su braci o sabbia calda, si diffuse la cottura napoletana.Tale metodo prevedeva il filtraggio dell'acqua bollente, fatta colare dall'alto attraverso la polvere di caffè: è il principio che fa funzionare la cuccumella.

Nel 1902, a Milano, nacque L’espresso , grazie  all'invenzione dell'ingegner Luigi Bezzera: una macchina che sfruttava l'alta pressione per filtrare il macinato. Nella moka, infine, messa a punto dall'imprenditore Alfonso Bialetti nel 1933, l'acqua portata a ebollizione sale dal basso.
Le origini del caffè hanno conosciuto alti e bassi, cambiamenti epocali e diversi procedimenti di preparazione, ma l’amore per questa bevanda è stato e rimarrà sempre grande ed immutabile.